Come coltivare il rosmarino


Nel nostro orto sul balcone non poteva di certo mancare una pianta così facile da coltivare come il rosmarino il cui aroma accompagna i nostri arrosti e le carni in generale.

Perché vi invito a farlo? Perché il rosmarino è una pianta molto rustica, cioè, come abbiamo detto in altri articoli che riguardano la coltivazione sul balcone, è una pianta che si adatta bene anche nelle situazioni di coltura più difficili.

Rosmarino caratteristiche generali

Il rosmarino è una pianta appartenente alla famiglia delle labiate.

Assume l’aspetto di un arbusto sempreverde che può raggiungere anche i tre metri di altezza, le foglie si dipartono da fusticini legnosi che si ramificano tanto creando una fitta vegetazione.

Le foglie, sottili e allungate, presentano un colore verde nella pagina superiore e bianco in quella inferiore.

Il rosmarino è una pianta perenne, vuol dire che non vive una sola stagione ma almeno più di due, in inverno ha un periodo di stasi per riprendere la fase vegetativa in primavera.

La talea

Contrariamente a quanto abbiamo detto per le piante aromatiche di cui abbiamo già trattato ( basilico, prezzemolo, rucola) per le quali si parlava di seminare, per il rosmarino è preferibile agire per talea, cioè piantare un rametto preso da un’altra pianta in modo tale che formi radici e ne generi un’altra.

E’ preferibile fare questo lavoro in primavera, occorre prelevare rametti nuovi che la pianta produce alla sua base, quasi vicino la radice, sfrondarli lasciando solo le foglie apicali, praticare piccole incisioni alla base oppure scorticare leggermente il rametto, metterlo in acqua per circa 7 giorni fino a quando non vedremo comparire le piccole radici, poi piantarli in un vaso dove abbiamo posizionato, nel fondo, cocci di altri vasi o pietruzze affinché l’acqua dreni con facilità.

Il rosmarino si può anche seminare ma, dato che la talea si presenta facile e dà ottimi risultati, si preferisce quest’ultima.

Le piante di rosmarino si possono anche comprare, in commercio se ne trovano tante e a buon prezzo.

Da parte mia, però preferisco sempre la talea.

Le piante, come ogni altro essere vivente, hanno il loro DNA e se stacco un rametto da un arbusto che vedo ben sviluppato e rigoglioso ho buone speranze di ottenere una pianta forte e sana.

Il terreno da usare non deve essere troppo compatto ma deve drenare l’acqua in modo da evitare ristagni, per il resto questa pianta non ha bisogno di cure eccessive ma soprattutto non ha bisogno di molte annaffiature tranne nel primo anno di vita quando occorre irrigarla tutti i giorni.

Rosmarino proprietà

Le proprietà del rosmarino sono molteplici e spaziano dai benefici per la nostra salute alla cosmesi.


E’ ricco di flavonoidi per cui aiuta a mantenere giovane il nostro corpo, è un buon antinfiammatorio ed ha proprietà disinfettanti perché capace di contrastare la crescita batterica.

Inoltre ci aiuta ad alleviare i dolori tra i quali il mal di testa e per questo vengono utilizzati i suoi estratti anche sotto forma di bevande, sempre tenendo conto del consiglio del medico.

Ma il rosmarino rivela i suoi migliori effetti sul nostro apparato digerente, ci aiuta infatti a digerire, a combattere il reflusso e soprattutto i gonfiori di stomaco.

E’ un valido alleato anche per contrastare l’ansia e lo stress che, in questo periodo, così difficile perché caratterizzato dal Covid 19, si affacciano in modo preponderante nella nostra vita.

Proprietà cosmetiche rosmarino

Il rosmarino viene usato molto in cosmetica, ed è usato principalmente nei casi di capelli grassi e per alleviare la forfora.

Ma gli effetti sulla nostra capigliatura non finiscono qui, il rosmarino infatti stimola il cuoio capelluto a produrre una maggiore crescita dei capelli con il risultato di ritrovarci con una chioma più folta e lucente.

Ultima ma non meno importante è la sua proprietà deodorante, legata soprattutto a quella antisettica, eliminando i batteri, infatti si rimuovono la maggior parte delle cause che producono i cattivi odori.

Tanti dunque sono i motivi per cui dobbiamo tenere a portata di mano una pianta di rosmarino perciò, buon lavoro e a presto con il nostro piccolo-grande orto sul balcone.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.